specc

I ricercatori infatti sostengono che fare domande ci porta a definire se davvero vogliamo qualcosa, anche in presenza di ostacoli, quindi risulta un procedimento più efficace rispetto al semplice uso delle affermazioni perché suscita più intraprendenza, più motivazione intrinseca e un comportamento più orientato al risultato.

Una domanda potrebbe essere: «Perché c’è tanta disoccupazione?» E probabilmente ci porterebbe a elencare tutti i problemi economici e politici, ma in che modo ci aiuterebbe a trovare una soluzione?

Come cambiano le cose quando ci chiediamo come possiamo agire affinché le persone facciano un lavoro che amano e che produce prosperità per sé e per gli altri?

Una buona domanda non ha una risposta.
Non è un catenaccio da chiudere in un unico luogo
ma un seme da piantare in modo che possa produrre altri semi
verso la speranza di riempire di verde il panorama delle idee.

JOHN ANTHONY CIARDI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...