brontoloIl lamentarsi è al servizio dell’ego, non del cambiamento, l’ego vuole avere ragione, da’ un punto di vista, un’opinione, avere ragione ti rende superiore, confondendo le opinioni con i fatti.

9337e-donna-rabbia

Ecco questa storiella ispiratrice cinese

A un contadino era fuggito via il cavallo. “Che sfortuna!”, dissero i suoi amici.
“Può darsi“, rispose l’uomo.

Qualche giorno dopo il cavallo ritornò insieme a un altro cavallo ancora più bello e robusto.
“Che fortuna!”, esclamarono gli amici. “Può darsi“, replicò il contadino.

Il giorno dopo, suo figlio cercando di cavalcare il cavallo selvatico cadde e si ruppe una gamba.
“Che disgrazia!”, commentarono gli amici. “Può darsi“, rispose il contadino.

Una settimana più tardi, tutti i giovani maschi del paese, tranne il figlio con la gamba rotta, furono mandati a combattere in una guerra sanguinosa.
“Come tutto si è volto al meglio”, dissero meravigliati gli amici.
“Può darsi“, disse il contadino.

Può darsi.

Se raccontate a qualcuno le novità, voi ne sapete più dell’altro, soddisfate l’ego, l’ego vuole qualcosa.In una relazione genuina c’è un fluire di vigile attenzione, PRESENZA.

La causa della negatività sono i pensieri, non la realtà in sé. Se siete consapevoli, riconoscete la voce nella testa, altrimenti interviene il passato. L’ego non distingue tra la situazione e la sua interpretazione. Se nel mezzo della negatività siete capaci di comprendere che stai vivendo la sofferenza, sarà sufficiente per innalzarvi sopra l’ego. Come? Seguite Day0..1…2…7. e i pensieri scompariranno. Ci vuole costanza e metodo.Al 10° giorno molti abbandonano, sono i giorni più duri, poi ci sono gli 11 successivi in cui occorre resistere e poi tutto scivola via veloce.Non e’ per tutti. Senza un pò di fatica, non si ottengono risultati, come per la corsa, i primi giorni sono faticosi e poi diventa un vero e proprio piacere, adesso tutti corrono, è una moda.Se tutti non pensassero, il fluire del mondo sarebbe molto meglio…

L’ego ama il risentimento verso la realtà, prima eravate i pensieri, adesso siete consapevolezza. PROVACI..DAY 1….Day7…

E. Tolle e il corpo di dolore.Approfondimenti

Accettare vuol dire dare il permesso di non lottare e comprendere che non siamo più un frammento, una nuvola, ma percepiamo lo spazio,  tutto il cielo e da li se necessario, potete dire di no all’altro, liberi dalle negatività.

 

GRAZIE GRAZIE GRAZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...