Ciao a tutti,

chi vuole partecipare al minicorso di PNL, può chiedere di essere iscritto al gruppo

Diventa dei nostri.Iscriviti al gruppo

Chi vuole conoscere come comportarsi correttamente ad un colloquio di lavoro, chi vuole conoscere la persona che incontra la prima volta, chi vuole capire cosa vedono gli altri di te….

Tre i maggiori benefici che ne scaturiscono:

  • Scoprire di più se stessi e aiutare gli altri a fare lo stesso
  • Diventare più tolleranti
  • Avere maggiori possibilità di scelta

 

La PNL nasce ufficialmente nel 1976 negli Stati Uniti d’America presso l’Università della California, a Santa Cruz, da John Grinder, un linguista e da Richard Bandler, matematico e studioso della teoria della Gestalt, entrambi con il proposito di rendere espliciti i modelli di eccellenza umani. Seguendo il principio del modellamento furono studiati i comportamenti di famosi psicoterapeuti: Fritz Perls, teoria della Gestalt, Virginia Satir, psicoterapia familiare e Milton H. Erickson, ipnoterapia. La PNL amplia ulteriormente il concetto di realtà soggettiva secondo il quale ogni comportamento umano è frutto di un legame attivo che avviene tra linguaggio e sistema nervoso. Infatti, attraverso questa integrazione l’individuo attua dei veri e propri algoritmi anche definiti col nome di programmi. L’obiettivo della PNL a questo punto si dichiara nello studio della struttura dell’esperienza soggettiva. Nel 1976 Robert Dilts definisce la PNL come un approccio cibernetico allo studio del comportamento umano. La tipicità consiste nell’osservare la differenza che fa la differenza nel modo in cui un individuo produce la propria esperienza al fine di renderla disponibile ad altri esseri umani. Ad ogni modo, la PNL è un sistema aperto, questo significa che è in continua evoluzione. Un esempio di ciò lo si può individuare nel lavoro svolto alla fine degli anni ’80 da Judith DeLozier e da John Grinder riguardo il cosiddetto New Code ispirato al lavoro di Gregory Bateson (Verso un’ecologia della mente, Adelphi 1972). Con il New Code si esce dal concetto di analisi del solo soggetto (Classic Code) per integrarvi anche ciò che lo circonda e che lo rende attivo nell’ambiente. Sulla scia del lavoro di Judith DeLozier e di John Grinder, Robert Dilts e Todd Epstein svilupparono il concetto di Systemic NLP che, nel tener conto della teoria di Bateson, porranno accento al concetto di ecologia, integrando così nella PNL la cura attenta al benessere generale. L’ecologia intesa da Dilts sottolinea i vantaggi che possono essere raggiunti da un comportamento a patto che questo sia vantaggioso per tutti gli elementi che costituiscono il sistema: se stessi, gli altri e l’ambiente. Sviluppi della PNL La tendenza della PNL, soprattutto alla luce del lavoro svolto negli ultimi anni, è quella di andare verso una filosofia comune dei valori contenuti nella PNL Sistemica. A tale proposito Robert Dilts ha realizzato un progetto di scala mondiale nel quale far confluire tutte le organizzazioni che desiderano produrre una crescita in virtù del concetto sistemico. Molte delle tecniche della PNL sono derivate dall’osservazione di comportamenti umani definiti di eccellenza, modelli che possano servire da esempio per altri individui, ecco perché si parla spesso di modellamento. Il campo di applicazione non conosce quindi alcun limite: comunicazione, lavoro, arte, psicoterapia, educazione ecc… La Programmazione Neurolinguistica è pertanto una scienza del comportamento che prevede:

Un’ Epistemologia – un sistema di conoscenze.

Una Metodologia – un sistema di processi e procedure per l’applicazione della conoscenze.

Una Tecnologia – accessori che aiutano l’applicazione della conoscenze.

La PNL possiede presupposti che rendono univoche le interpretazioni di ciò che è osservabile tanto da poterle inserire in un processo pragmatico testabile, applicabile e ripetibile. In questo modo le persone possono comprendere la propria situazione di partenza in virtù di un nuovo punto di arrivo determinato dal cambiamento. Dopo aver dato una maggiore chiarezza sulle origini e sugli sviluppi della Programmazione Neurolinguistica, è doveroso spiegare come apprendere la PNL. Sicuramente i libri possono dare un aiuto nell’acquisire i concetti teorici, ma è attraverso il processo esperienziale che si attua un apprendimento completo. Probabilmente la cosa più interessante della PNL è la sua praticità.

 

La PNL è comprensione della

comunicazione umana”

  1. James

Ma cos’è la PNL? Questa scienza nasce negli anni ’70 ad opera di un linguista e un cibernetico, Bandler e Grindler, nata dalla voglia e la necessità di potenziarsi. Ma la PNL nasce in un’epoca ancora più remota, nel 1949, dallo studio dell’assertività. Bandler e Grinder studiarono quelle particolari persone che eccellevano nei loro campi, manager, scienziati, allenatori, sportivi, ecc.

 

Si chiesero: “Qual è la strategia che usano per vincere nel loro campo?” Studiandoli si accorsero che queste persone utilizzavano delle strategie di comportamento, di motivazione e automotivazione che potevano essere riprodotte. Infatti la PNL afferma che se esiste un solo individuo al Mondo che riesce a fare una determinata cosa, anche noi possiamo farla modellando la sua strategia personale che lo porta al successo. La PNL studia il cosa dire, cosa fare e come farlo! Analizziamo più nei particolari il nome “Programmazione Neuro Linguistica”:

  • Programmazione: secondo gli studiosi noi abbiamo dei patrimoni di programmi racchiusi nella nostra mente e questi programmi possono essere modificati.
  • Neuro: questi programmi vengono sistemati in maniera tale da diventare delle configurazioni Neurali.
  • Linguistica: il linguaggio fa parte del nostro sistema di comunicazione con gli altri e attraverso dei linguaggi di precisione è possibile estrarre i limiti che ostacolano il raggiungimento dei nostri obiettivi.

La Programmazione Neuro Linguistica (PNL) viene definita come la scienza che studia l’eccellenza umana. R. Bandler e J. Grindler, nella prima metà degli anni ’70 cominciarono a studiare tutti quei dinamici Professionisti della psicoterapia che ottenevano miracoli attraverso la comunicazione. La scoperta sorprendente fu quella di capire che questi individui, così diversi fra loro, usavano la stessa sintassi comunicativa e mentale per raggiungere i propri obiettivi: questa struttura comune è stata identificata e resa disponibile.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...